inbook

logo del modello inbookIl modello inbook è stato concepito e sviluppato all'interno del Centro sovrazonale di comunicazione aumentativa e presentato pubblicamente nel testo Costruire libri e storie con la CAA, edito da Erickson.

Il modello inbook diventa poi patrimonio di una comunità più ampia, formata dallo stesso Csca, dalla Rete delle biblioteche inbook e dalle numerose équipe di traduzione che diventano progressivamente centri di elaborazione e di sviluppo di competenza nel confronto con il testo e con i diversi lettori.

Questa comunità, a seguito di una serie di riflessioni e spazi di confronto pubblici, definisce un soggetto, il Centro studi inbook, a cui consegnare il compito di perseguire la coerenza del modello inbook, di curarne gli sviluppi, secondo un modello scientifico basato sulle evidenze in letteratura e il costante confronto con le persone coinvolte nelle diverse fasi di traduzione, editing, promozione della lettura, oltre ad esperti dei domini specifici, linguistica, percezione visiva, pragmatica della comunicazione, quando necessario.

Il Centro studi inbook si è dotato di un sito web csinbook.eu in cui sono pubblicati con licenza creative commons i riferimenti teorici, gli strumenti e i tutorial collegati alla realizzazione e fruizione degli inbook.  

Organo tecnico del Centro studi inbook è il forum traduttori dove le diverse équipe di traduzione a livello nazionale si confrontano sui temi, i problemi e le possibili soluzioni che si presentano nella traduzione concreta in simboli dei testi. Con l’obiettivo della condivisione e della maggiore coerenza possibile. Lasciando comunque spazio ai diversi stili per quanto riguarda gli elementi lessicali e le soluzioni puntuali di rapporto con le illustrazioni, trattandosi in ogni caso per la traduzione di un’attività autoriale.